Recensione drone Eachine E520-S

Vi siete mai chiesti quanto sia difficile pilotare un drone? Vi ha mai affascinato l’idea di fare delle riprese aeree in vacanza, nel vostro tempo libero o anche nel vostro quartiere per vedere tutto da un’altra prospettiva?

Continuate a leggere la nostra recensione dell’Eachine E520-S, perché noi di DTA abbiamo voluto sperimentare un drone accessibile e facile da utilizzare senza essere un banale “giocattolo”. Insomma, un prodotto adatto ad una prima esperienza reale di volo, sperando di evitare gli incidenti dei principianti!

Dopo una serie di ricerche sul Web abbiamo trovato il drone della Eachine, nello specifico il modello E520S, che propone un’esperienza di usabilità e praticità notevole oltre ad una fotocamera in 4K con buone capacità di ripresa. Il tutto ad un prezzo contenuto, circa 100 Euro su Aliexpress.

Vediamo nello specifico l’unboxing del nostro drone. La nostra versione include:

  • Drone Eachine E520S versione 5G 4K
  • Telecomando (richiede 4 batterie stilo AA, non incluse)
  • Nr. 2 batterie, con cavo microUSB (alimentatore non incluso)
  • Nr. 4 proteggi eliche
  • Borsa per il trasporto
  • Nr. 2 eliche di ricambio
  • Cacciavite (per sostituzione eliche)
  • Manuale utente in italiano
Il nostro drone Eachine E-520S
Il nostro drone Eachine E-520S

Il drone dispone di un modulo WI-FI 5/2.4 Ghz per permettere il controllo da smartphone, inclusa la proiezione in diretta del video durante il volo. Inoltre, il GPS garantisce una buona precisione e permette il classico “ritorno a casa”, anche in condizioni di perdita segnale o di batteria scarica.

Il peso è intorno a 240 grammi, dunque perfettamente a norma per essere utilizzato senza patentino oltre che facilmente trasportabile nella comoda borsa in dotazione, a condizione di smontare i proteggi eliche.

Il telecomando e la pratica borsa del nostro drone Eachine E520-S
Il telecomando e la pratica borsa del nostro drone Eachine E520-S

Per ulteriori informazioni tecniche, vi rimandiamo al sito ufficiale di Eachine.

Ma veniamo alla prova sul campo e ai consigli che possiamo darvi dopo averlo fatto volare in diverse occasioni.

Una volta montati i proteggi eliche (semplicemente ad incastro sotto l’elica), installata la scheda SD e inserite le batterie nel telecomando potreste già essere in condizioni di volare. Però vi consigliamo di installare ancora l’App Eachine TEC sul vostro smartphone che vi permetterà di controllare meglio il drone in volo e soprattutto aiutarvi nella calibrazione.

Una volta installata l’App e acceso il drone, dovrete collegarvi alla rete WiFi che viene generata automaticamente e permetterà al drone di comunicare con il telefono. A dire il vero, noi abbiamo avuto qualche difficoltà perché non sempre la connessione va a buon fine e l’App non vede il drone connesso. Forse qualche bug di troppo nell’app, come ci sembra da capire dalle recensioni del Play Store. Ad ogni modo, un riavvio del drone ed una riconnessione alla rete, dopo averla cancellata tra quelle “preferite”,  ha sempre risolto i nostri problemi.

Una volta avviata l’App vi verrà chiesto di calibrare il drone. La procedura è molto semplice, basterà farlo ruotare orizzontalmente e verticalmente per alcuni secondi, seguendo le indicazioni sullo schermo.

Eccoci quindi pronti al decollo: come primo esercizio potrete, una volta sbloccato il drone (levette contemporaneamente verso il basso e l’esterno del telecomando) iniziare con un decollo e un atterraggio “automatici”, semplicemente utilizzando i rispettivi pulsanti.

In seguito potrete prendere confidenza con le levette direzionali, che permettono di comandare il drone nella sua quasi totalità:

  • La leva di sinistra permetterà di far salire o scendere di quota (su/giù) oppure di ruotare il drone a 360° (destra/sinistra).
  • La leva di destra vi servirà invece per far andare avanti o indietro (su/giù) oppure virare lateralmente (destra/sinistra), mantenendo il drone stabile in quota.

Noterete comunque che il drone rimane perfettamente fermo in volo se non azionerete alcun comando, grazie al controllo GPS che lo mantiene in posizione, ottimo per le riprese o per le foto:  vi basterà premere i rispettivi comandi sul radiocomando osservando in diretta sul telefono che potrete alloggiare nell’apposito supporto che fuoriesce dal basso.

Quando sarete pronti per l’atterraggio, vi basterà scendere a circa 1 metro da terra e premere il pulsante di atterraggio che lo farà tornare automaticamente a terra e fermerà le eliche.

VI sconsigliamo invece di utilizzare in aree ristrette il tasto di ritorno a casa. Noi ingenuamente lo abbiamo fatto quando eravamo un po’ in difficoltà, ma prima di atterrare ci vorrà parecchio tempo e il drone potrebbe fare un percorso decisamente diverso rispetto alla partenza…

Il consiglio principale è comunque di provare i primi voli in un’area molto ampia e senza persone nei dintorni, così da riuscire a rimediare a qualsiasi errore e allenarsi con le manovre, che sulle 3 dimensioni può sempre essere un po’ difficoltoso.

Andiamo avanti con la nostra recensione del drone Eachine E520-S passando alla fotocamera. Dalle recensioni non ci aspettavamo una qualità eccezionale, ma la riteniamo più che sufficiente per la fascia di prezzo e per la tipologia di dispositivo. La messa a fuoco non è sempre ottimale ma è sempre abbastanza realistica in condizioni di buona luminosità. Ovviamente non è stabilizzata, quindi in caso di manovre o decolli ci saranno notevoli irregolarità sulle riprese.

Eachine ha voluto sicuramente privilegiare la qualità dinamica del drone che invece ci ha sorpresi notevolmente. Lo abbiamo trovato facile da pilotare, maneggevole e preciso, incluso il suo telecomando che garantisce il controllo del drone fino a 250 metri circa.

Il tempo di volo dichiarato è di circa 16 minuti, con tempi di ricarica di circa 2h per ogni batteria. Noi, utilizzando anche la proiezione del video su telefono, siamo riusciti a volare per 10 minuti abbondanti ma negli ultimi minuti la precisione cala un pochino, per arrivare ad oscillare pericolosamente quando la batteria arriva intorno al 20%. Vi consigliamo quindi di allontanare il drone soltanto con batteria superiore al 50% e dopo iniziare la discesa e addolcire le manovre.

Nessun problema sulla scrittura di foto e video sulla scheda SD, abbiamo utilizzato una scheda da 64GB senza problemi, pur essendo dichiarata una capacità supportata fino a 32GB. Vi lasciamo alcune foto reali scattate con il nostro Eachine E520-S in volo:

Foto realizzata col nostro drone Eachine E520-S
La Palazzina di Caccia di Stupiningi (Nichelino) a circa 15 metri di altezza
Foto realizzata col nostro drone Eachine E520-S
Vista dalla Grand Place di Pollein (Aosta)

Possiamo concludere che l’esperienza è stata positiva ed entusiasmante. Il volo del drone è facilmente controllabile e non paragonabile ad altri droni giocattolo. Le riprese sono soddisfacenti, più per la prospettiva e l’altezza a cui può arrivare il drone che per la qualità reale della fotocamera. Peccato perché con una camera di fascia più alta sarebbe a tutti gli effetti un drone eccellente anche per chi cerca un uso più professionale.

Ed eccoci alla fine della nostra recensione del drone Eachine E520-S.
Ci sentiamo di consigliarvi questo drone per le sue caratteristiche molto bilanciate tra qualità, prezzo e facilità di guida, specie se non avete ancora molta esperienza come noi. Con un minimo di pazienza nell’apprendimento, sicuramente vi darà grandi soddisfazioni!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.